Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Fianco a fianco di Wurmkos

Data:

09/11/2018


Fianco a fianco di Wurmkos

Scuola d’arte Metàfora
Fianco a fianco di Wurmkos (Pasquale Campanella)

Fianco a fianco è un esercizio di relazione attraverso i segni, la scrittura, il disegno e la trasmissione d’energia tra persone che in ambito sociale ricoprono ruoli diversi: docenti e studenti. Attraverso il disegno, la sua copia e l’azione performativa ripetitiva, si vuole esplorare e sovvertire l’idea che conduce a un’apparente e unica risoluzione; per far emergere un’oggettività problematica che evidenzi posizioni opposte, contrarie e contraddittorie, mettendo in crisi una crescita di senso lineare e compiuto. Lo stare insieme, non per cercare un afflato comune, ma al contrario per mettere in luce le difficoltà indotte dai ruoli sociali omologati a un sistema.
Fianco a fianco mette in azione l’immaginario e favorisce l’espansione di pulsioni non controllate attraverso l’atto di copiare i segni dell’altro, dove lo sforzo di concentrazione si manifesta nella sua impossibilità, perché non sollecita un pensiero di forze conosciute ma l’apertura verso incognite e strade poco note. L’esercizio è un esperimento che mostra la discontinuità delle risposte e una volta concluso si chiude su un limite che è determinato dalla sua configurazione; la sua vitalità sta nel suo farsi e disfarsi sotto gli occhi, alla ricerca di una complicità che non sempre si riesce. Il momento in cui sfumano i ruoli del docente e del discente è al termine dell’esercizio, quando la nuova dimensione spaziale, determinata dai banchi di scuola riuniti a formare un grande e unico tavolo, facilita la convivialità bevendo tutti insieme del thè. Si rompe la rigidità dei gesti che non sono più condizionati da un atto ripetitivo e dalla postura rigida, eretta e tutto diventa colloquiale e informale.

BIO
Wurmkos è un laboratorio di arti visive fondato nel 1987 a Sesto San Giovanni, MIlano. Un luogo aperto, un’esperienza “basagliana” che mette in relazione arte e disagio psichico senza porsi obiettivi di salvezza. Ai diversi progetti partecipano artisti, disagiati e non, critici, persone che collaborano alla realizzazione di opere e testi. Numerose le collettive e personali sia in Italia che all’estero. Tra queste: Biennale di Venezia; Biennale di Gwangju; Museo di Villa Croce, Genova; La Triennale di Milano; Pac - Padiglione d'arte contemporanea, Milano; PAV Parco Arte Vivente, Torino. Nel 2011 si costituisce Fondazione Wurmkos onlus per tutelare il patrimonio, materiale e culturale, del gruppo e condividerlo con la collettività. Nel 2011, Pasquale Campanella, tra i fondatori del gruppo, ha ricevuto il Premio Ciampi – L'altr'Arte per il lavoro svolto all’interno di Wurmkos.

Informazioni

Data: Ven 9 Nov 2018

Orario: Dalle 16:00 alle 18:00

Organizzato da : IIC

Ingresso : Libero


Luogo:

scuola d’arte Metàfora

1851