Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

La tradizione millenaria del pane e dei grani antichi siciliani

Data:

22/11/2017


La tradizione millenaria del pane e dei grani antichi siciliani

L'evento, a ingresso libero, sarà dedicato all'analisi del percorso di tecniche di produzione e di valori su cui si fonda il recupero del territorio e delle tradizioni al servizio di una produzione genuina all’interno di un ecosistema agricolo e di uno sviluppo sostenibile.

Interverranno:

Annalisa di Benedetto del MULINO LA TIMPA:
La storia e la filiera dei grani antichi, la base appunto per il nostro pane, e gli aspetti nutrizionali e salutistici del pane realizzato con grani come TIMILIA, RUSSELLO, SENATORE CAPPELLI, MAIORCA. Analisi sulle caratteristiche organolettiche e tecniche di ogni singola varietà di grano e sul tipo di lavorazione che subisce il grano per diventare farina. Il metodo del “Mulino ad acqua”: prerogative di attività artigianale e manifatturiera e soprattutto l'utilizzo del tradizionale procedimento della macina di frumento.

Francesco Arena del PANIFICIO MASINO ARENA:
L'evento consisterà nella lavorazione e nella cottura del pane. sarà valorizzata l'artigianalità del prodotto seguendo i metodi classici di produzione lievitazione e cottura. Saranno prodotte pagnotte di timilia e russello e la focaccia classica messinese.

Vincenzo Presti e Davide Ragno del PANIFICIO PAGNOTTA E’ SALUTE
Un sistema di panificazione innovativo, con un tipo di lavorazione che caratterizza il metodo di produzione di questo pane, analizzato secondo due metodi: Acqua vitalizzata e musica classica nel momento di lievitazione. Descrizione di tutti i prodotti del forno, in particolare la pagnotta integrale e la “PAGNOTTA SPORT” realizzata dall’azienda per gli sportivi.

 

Nell'ambito della II settimana della cucina italiana nel mondo (20-26 novembre 2017)

Informazioni

Data: Mer 22 Nov 2017

Orario: Alle 12:00

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura di Barcellona

In collaborazione con : Leccabaffi

Ingresso : Libero


Luogo:

Leccabaffi, c/València, 341

1736